Versione Normale

Ex CAVA VAILATA - Discarica cemento - amianto

L'istanza di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per la realizzazione di una discarica monotipo per rifiuti contenenti amianto (RCA) ubicata presso la ex cava Vailata di via Palazzo/via Fissi inizia in data 21/12/2006, con il deposito della documentazione di progetto presso la Regione Lombardia da parte della Soc. Te.aM SpA.
Il Comune di Treviglio ha iniziato la propria attività di contrasto alla realizzazione della progettata discarica, prima durante la fase di pronuncia di compatibilità ambientale (VIA) e successivamente durante la fase di autorizzazione vera e propria (AIA) entrambe in capo a Regione Lombardia.
Parallelamente all'attività tecnico-amministrativa di cui sopra si è provveduto anche a contrastare legalmente l'iter burocratico presso la Regione Lombardia con ricorsi al TAR di Brescia, al Consiglio di stato ed al TAR di Milano. Gli esiti non sono ancora completamente definiti poichè il ricorso al Consiglio di Stato e quello al TAR di Milano devono ancora essere dibattuti e per i quali ci si riserva di fornire successivi aggiornamenti della vicenda.
All'oggi i principali passaggi giudiziari promossi dal Comune di Treviglio a contrasto dell'iter burocratico di autorizzazione presso la Regione Lombardia sono i seguenti:
1- Ricorso al TAR Brescia n. 1264/2012 contro il decreto di VIA DDUO 6831/2012;
2- Sentenza TAR Brescia n. 1020 del 29Lug2015 relativa ai ricorsi di Te.aM SpA e Comune di Treviglio;
3- Ricorso al Consiglio di Stato n. 9045/2015 contro sentenza TAR 1020 del 29Lug2015 (fissata prossima udienza 08/03/2018);
4- Ricorso al TAR Milano n. 1495/2017 contro autorizzazione AIA DDUO 4736/2017 (in attesa fissazione udienza);
5- Ordinanza TAR Milano 1033/2017 con la quale è stata respinta istanza cautelare promossa dal Comune.
I risultati che si ritiene di aver raggiunto durante tutta l'azione amministrativa e giudiziaria possono essere riassunti in questi semplici punti:
-esecuzione preventiva della bonifica dell'area con smaltimento dei rifiuti recuperati;
-minimizzazione dell'impatto ambientale con la riduzione della capacità di smaltimento e dell'altezza della collinetta dopo il recupero finale dell'area.
La documentazione caricata in questa pagina si compone pertanto di tutti i macro passaggi amministrativi di cui si compone la vicenda ovvero: la verifica di impatto ambientale, l'autorizzazione integrata ambientale, il piano della caratterizzazione, il progetto di bonifica, le conferenze dei servizi, le delibere e l'azione giudiziaria promossa dal Comune.
La lettura di tutto quanto sopra non è agevole, sia per il tempo trascorso dalla presentazione dell'istanza che ha determinato numerosissime integrazioni da parte della società istante, sia per la complessità della vicenda derivante dai sub procedimenti di cui si compone.

 

Verifica di impatto ambientale
Autorizzazione Integrata Ambientale
Piano di Caratterizzazione
Progetto di Bonifica
Conferenze dei servizi
Delibere Comune di Treviglio

Studio Geologo